TORTA BAROZZI

TORTA BAROZZI

Buongiorno! Eccoci con un nuovo appuntamento con la rubrica Idea Menù. Per questa settimana abbiamo pensato di proporvi un menù regionale, ogni portata sarà quindi tipica del nostro luogo di origine. Io siccome ho già postato tutti i dolci tipici della mia zona ho deciso di sconfinare di qualche km e portarvi nella provincia di Modena, precisamente nella zona di Vignola per assaporare la torta Barozzi. Questo dolce viene preparato dalla pasticceria Gollini con una ricetta tenuta segreta, io spulciando qua e là credo di aver trovato una ricetta che si avvicina molto all’originale. La torta nata nel 1907 dalle mani di Eugenio Gollini fu battezzata torta Barozzi in onore dell’architetto Jacopo Barozzi. Gli ingredienti sono semplici e manca la farina, ma è morbida e gustosa ugualmente. A quanto ho potuto capire solitamente viene servita ribaltata con ancora attaccata la stagnola usata in cottura, io ho preferito servirla a fette, mi sembrava più carina e per dare l’ultimo tocco di golosità è perfetta accompagnata dalla crema al mascarpone. Passiamo ora alla ricetta!

200gr zucchero
40gr farina di mandorle
120gr burro morbido
50gr cacao amaro
20gr caffè in polvere (io Molinari)
350gr cioccolato fondente
3 uova
1 bicchierino di rum

Sciogliere a bagnomaria il cioccolato e lasciarlo intiepidire. Lavorare il burro con lo zucchero fino a renderlo schiumoso e unire il cioccolato fuso. Amalgamare e unire il cacao, la farina di mandorle, il caffè in polvere e le uova. Lavorare ancora e infine unire il rum. Versare il composto in uno stampo rivestito di carta stagnola e cuocere a 180° per 30-40 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare. L’interno rimane comunque umido. Tagliare a fettine o a quadretti e servire.

Ecco ora il menù completo:
da Tania il primo: Pasta con acciughe e mollica
qui da me il dolce