PESCHE SCIROPPATE

PESCHE SCIROPPATE

Buon pomeriggio e ben tornati nella mia cucina! Ricordate la favola della cicala e la formica? Beh in questo periodo stiamo facendo le formichine anche noi perchè approfittando di frutta e verdura buona dei contadini stiamo mettendo sotto vetro tutto il possibile per l’inverno. Per iniziare, oltre alle varie marmellate che trovate sul blog, è il turno delle pesche. Abbiamo scelte quelle belle succose, ma non del tutto mature in modo che restino consistenti anche una volta messe sotto sciroppo. In settimana sarà la volta prima delle zucchine e poi delle cipolline ed entro fine agosto ci dedicheremo anche alla passata di pomodoro e se riusciamo a qualche peperone. Ovviamente se il tutto va come previsto vi mostrerò foto e procedimento.
Partiamo però ora dalla pesche. Chiara ne è ghiotta e spesso le preferisce anche come merenda a scuola da alternare a mele e banane nel periodo invernale. 
Il lavoro più lungo consiste nello sbucciare le pesche, il resto invece è piuttosto rapido.
Le dosi che vi do sono per 3 vasetti Bormioli come quelli in foto. Sono quelli appositi per sott’oli e vanno acquistati insieme alle gabbiette che bloccano il contenuto evitando che salga in superficie.

per 3 vasetti 

1,5 kg pesche non troppo mature
400gr zucchero semolato
700ml acqua

Sbucciate le pesche, eliminate il nocciolo e tagliatele a spicchi. Sterilizzate i vasetti e iniziate a mettere gli spicchi di pesche cercando di lasciare meno spazi possibile. Quando il vasetto è pieno mettete la gabbietta e lasciate da parte. Preparate lo sciroppo mettendo in una pentola acqua e zucchero. Fate bollire per 10 minuti lo sciroppo. Con l’aiuto di un mestolino versate lo sciroppo nei vasi, batteteli per eliminare le bolle d’aria e chiudeteli con il tappo apposito. Lasciate raffreddare. Mettete ora i vasetti ormai freddi in un pentolone avendo cura di avvolgerli in canovacci puliti in modo che non si urtino tra loro o con i bordi della pentola. Riempite la pentola di acqua fino a 3 dita sopra i tappi e portate a bollore. Lasciate bollire per 30 minuti. Spegnete e lasciate raffreddare tutto nel pentolone. Prelevate poi i vasi e asciugateli accuratamente prima di riporli in un luogo buio e fresco. L’ideale sarebbe attendere almeno un mese prima di consumarle.